Molti di noi hanno avuto la fortuna di conoscerle e apprezzare il lavoro che svolgono per la crescita e la formazione di questi ragazzi/e, affinché possano avere un futuro migliore e più dignitoso; sono loro che hanno cresciuto, durante i primi mesi di vita, molti dei nostri figli e la nostra riconoscenza nei loro confronti non si esaurirà mai. Le suore di Maria Bambina operano in India dal 1860 e da alcuni anni hanno costruito, con molta fatica, quattro missioni in Nepal, ove la povertà è altissima e il bisogno di aiuto economico è grande. Una richiesta di cooperazione è arrivata proprio da lì, da questo paese confinante con la nostra tanto amata India, ed è stata positivamente accolta dal nostro Consiglio Direttivo che, grazie anche all’aiuto e all’impegno di alcuni nostri sostenitori, ha intrapreso un nuovo cammino in aiuto anche ai bambini del Nepal .

Appuntamenti
Anche quest’anno numerosi  sono stati gli appuntamenti che ci hanno visti impegnati su diversi fronti; il primo è stato il pranzo degli auguri che si è tenuto il giorno dell’ Epifania nella sede degli Alpini della sezione di Biella, momento di amicizia e di serenità, ma anche di affetto verso l’associazione e di riconoscenza per l’operato svolto. Eravamo presenti con il nostro banco di prodotti indiani e nel pomeriggio una ricca lotteria ha rallegrato i convenuti. Ringrazio la sezione di Biella per la concessione della sala.
In Marzo si è tenuto l’ormai tradizionale appuntamento con il mercatino dell’antiquariato minore di Biella, che, con quello di fine Giugno e Settembre, ci permette di raccogliere fondi per i nostri impegni associativi.  Sono molte le persone che si fermano presso il nostro banco, sia per comprare, sia per donarci materiale per la vendita, a volte anche solo per scambiare due parole sulla nostra associazione. Sono infinitamente grato a questi amici per la solidarietà che anche in queste occasioni ci manifestano e per la stima dimostrata.
In Luglio, durante la rassegna annuale “Lessona Estate”, abbiamo organizzato, con la collaborazione del gruppo Alpini di Lessona, nell’ambito della settimana a loro dedicata, una cena di solidarietà a sostegno dei progetti in corso. Il successo è stato straordinario; vorrei sentitamente e calorosamente ringraziare per l’ospitalità, per l’organizzazione e l’aiuto il gruppo Alpini di Lessona, il gruppo Alpini di Gaglianico e il Maestro di cucina Enzo per la preziosa collaborazione.
In Settembre, grazie alla disponibilità del Presidente del Teatro Popolare di Sordevolo Carlo Pedrazzo e del suo Direttivo, abbiamo organizzato, nel magnifico anfiteatro ove si svolgeva la rappresentazione della Passione di Cristo, una serata di solidarietà per gli alluvionati del Pakistan. Il concerto è stato tenuto dalla Banda Verdi in occasione dei festeggiamenti del centenario della sua nascita. Ringrazio il Direttore Massimo Folli per l’egregia partecipazione,il Presidente Vittorio Caprio, insieme al suo Direttivo e alla Banda Verdi, per essersi resi disponibili alla realizzazione del concerto e per l’ottima esibizione.
A Novembre ci siamo uniti virtualmente alle comunità Induiste indiane nel festeggiamento del Diwali, festa delle luci, che si svolge in India i primi di novembre e che coinvolge tutta la popolazione, indipendentemente dal credo religioso di appartenenza. E’ la festa dell’abbondanza, della ricchezza e dell’amore e anche quest’anno l’abbiamo voluta celebrare con una cena di solidarietà. Grazie alla disponibilità del Comune di Ponderano e dell’Associazione “Le Rondini”, abbiamo organizzato una bellissima serata che ha visto la partecipazione di numerosi amici e simpatizzanti della nostra associazione. La maestria della cucina delle suore Ministre di Carità, che sentitamente ringrazio, ha deliziato il palato dei partecipanti che hanno avuto la possibilità di degustare buoni piatti di cucina indiana.
Sempre a Novembre, con la collaborazione dell’associazione Orientalia Bugellae, si è tenuta una serata presso il Circolo Lessona, intitolata “Templi dell’India”, durante la quale  abbiamo presentato dvd e foto dei nostri viaggi in India e abbiamo avuto l’opportunità di promuovere l’attività della nostra associazione. La serata ha avuto un esito positivo e ha visto la presenza di numerosi sostenitori a distanza di nostri bambini.
Dicembre ci ha visti presenti a Mongrando e a Lessona ai consueti mercatini di Natale. Anche questo è stato un momento d’incontro con molta gente, che ci ha permesso di sensibilizzare e diffondere l’operato dell’associazione e, con il ricavato della vendita, contribuire ai progetti in corso.
Una delle manifestazioni più importanti e storiche che organizza l’associazione è L’altro Natale.
Quest’anno siamo giunti alla tredicesima edizione, momento molto atteso da numerose associazioni di volontariato, che grazie a questa manifestazione, hanno avuto la possibilità di promuovere la loro attività e realizzare, con la vendita dei loro prodotti, piccoli introiti utili ai loro fini associativi. Così è stato anche per noi che siamo stati presenti, non solo come organizzatori dell’evento, ma anche con il nostro banco di vendita di prodotti dell’artigianato indiano e promozione della nostra attività associativa. Siamo stati soddisfatti sia della buona presenza delle associazioni, che dalla partecipazione della gente che ha visitato e acquistato i nostri articoli. Vorrei esprimere i miei sentiti ringraziamenti agli amici dell’Associazione Incendi Boschivi per  la loro collaborazione e disponibilità nel rimessaggio delle luci. Quest’anno la manifestazione si è svolta sotto i portici del Comune di Biella.

PROGETTI
Vorrei ringraziare tutte le persone che credono nella serietà del nostro operato e che hanno dato un forte contributo sia con elargizioni proprie che ponendo la firma per il 5×1000. Con i contributi ricevuti abbiamo potuto realizzare diversi progetti, alcuni nuovi, altri invece sono il proseguimento di progetti più a lungo termine.
Nella missione di Keutunimary, nello stato di Orissa il progetto di costruzione di un ostello per ragazzi tribali finito l’anno precedente, è stato integrato con l’acquisto degli arredi interni  e con la costruzione  dei servizi igienici.
Nel mese di Marzo abbiamo finanziato una richiesta di Suor Albina Cruz, missione di Anilady stato
Tamil Nadu,  per l’acquisto di uno scuter che permette alle suore di recarsi nei villaggi per lo svolgimento della loro opera caritatevole. Da notare che la lontananza della missione dai villaggi è di parecchi km e non ci sono mezzi di trasporto pubblici a disposizione, inoltre le suore non disponevano, fino a quel momento, di alcun mezzo di trasporto se non la bicicletta.
Il progetto della scuola di Paluvally stato del Kerala, finanziato con il lascito della Sg.ra Teresa Cavalli, è stato portato a termine. Dal 2011 i ragazzi sono entrati nella nuova scuola. Suor Mercy, nel ringraziare i benefattori, comunica che la struttura pur essendo grande e accogliente richiederebbe  un secondo piano, vista la forte richiesta di molti ragazzi/e a frequentare la scuola.  Conclude nella speranza che la Provvidenza venga in aiuto.
A Ullal, Karnataka, missione che molti di noi conoscono, continuiamo a sostenere il corso di cucito per ragazze e provvediamo al loro mantenimento durante tutto il periodo di soggiorno presso la missione.
Nella missione di Navodaya, in Nepal, diretta da Padre Michael, abbiamo in corso un  nuovo progetto di scolarizzazione e mantenimento di bambini/e provenienti dalle comunità tribali Chepang. Il progetto è suddiviso in due parti: la prima  è relativa alla rimanenza del lascito Teresa Cavalli, utilizzato per la costruzione di tre aule; la seconda riguarda l’utilizzo del 5×1000 impiegato per  il mantenimento di 150 bambini Chepang,
La stessa cosa dicasi per il Centro Vikas Sadam  di Balasore, Orissa, diretta da  Padre Chacko,  ove abbiamo in corso un progetto di sostentamento e scolarizzazione di 30 ragazzi/e.
A Puri, città nello stato di Orissa, abbiamo un progetto con le suore di Maria Bambina. Il loro lavoro spazia su diversi fronti, dal sostegno di una comunità di lebbrosi, alla scolarizzazione dei ragazzi/e dei quartieri poveri della città, al dispensario per i poveri, ai corsi di cucito per le ragazze e alla scolarizzazione di una cinquantina di conducenti di risciò analfabeti. Il nostro progetto prevede questi due ultimi. Un corso di taglio e cucito per le ragazze, che consiste anche nell’acquisto di una macchina per cucire a fine corso. Stessa cosa dicasi per i conducenti di risciò, il cui percorso prevede un anno scolastico al termine del quale sarà donato a ognuno di loro un risciò. Questi progetti garantiranno un lavoro portando in seno alla famiglia un importante aiuto economico.
Restiamo in Orissa, dove abbiamo ricevuto una richiesta da parte della responsabile dell’Ostello Karunalaya, Suor Tresa, per l’esecuzione di lavori di manutenzione straordinaria all’edificio. Qui abbiamo tantissimi bambini/e sostenuti a distanza da tante famiglie biellesi e non solo; il progetto è stato accolto favorevolmente dalla nostra associazione ed è tuttora in atto.
Nel 2010 si sono verificate due catastrofi naturali, il terremoto  di Haiti e l’alluvione del Pakistan. L’associazione si è attivata per elargire il suo modesto aiuto economico alle popolazioni colpite dalle due calamità, tramite la Caritas Diocesana di Biella.
L’associazione si è fatta carico di alcuni ragazzi che nel 2010 hanno perso il loro sostegno a distanza, permettendo così la loro continuità agli studi.

SOSTEGNI A DISTANZA
Il sostegno a distanza sta attraversando un momento difficile a causa della crisi economica del nostro territorio, che ha messo in difficoltà finanziaria numerose famiglie. Nonostante ciò, a fronte di alcuni sostenitori che dopo diversi anni, alla scadenza del loro sostegno a distanza hanno deciso di non rinnovarlo, nuove famiglie si sono avvicinate a noi, compensando questa naturale uscita.
Il lavoro per il responsabile dei progetti Carlo Pedrazzo non manca, sono oltre mille i sostegni e in diciassette missioni diverse. Le missionarie referenti a volte vengono trasferite, i bambini con le loro famiglie
lasciano il villaggio e non sono più sostenibili, può capitare che le letterine siano scritte con un po’ di ritardo, se poi aggiungiamo le nostre poste che spesso ci complicano la vita, comprenderete che qualche piccolo disservizio, spesso prontamente risolto e di cui  ci scusiamo, è inevitabile.
La maggiorazione del vostro contributo ci ha permesso di farci carico di alcuni sostegni non rinnovati, di progetti e delle spese di segreteria e della sede.
Ai sostenitori uscenti desidero indirizzare i più amorevoli ringraziamenti per il loro importante gesto d’amore e di solidarietà nei confronti di  bambini bisognosi da loro sostenuti per tanto tempo; ai nuovi arrivati e a tutti i sostenitori ricordo che il loro contributo cambierà la vita a un bambino, gli darà la possibilità di giocare, di sognare, di studiare e di pensare a un futuro migliore per lui e per la sua famiglia.
A voi tutti, a nome del Direttivo, delle nostre referenti in India e dei nostri bambini, giungano i più calorosi e sentiti ringraziamenti.

ALTRE ATTIVITA’
Per ultimo, ma non per importanza, vorrei ricordare chi da lontano è vicino e ci sostiene.
A Bologna numerosi sono stati i momenti di promozione della nostra associazione. Cito i più significativi.
Il 13 Febbraio, Palazzo Gnudi, con il patrocinio del Consolato Indiano, si è tenuto un concerto in ricordo del Mahtma Gandhi.  L’evento ha visto la partecipazione del Console Indiano, Dott. Sarvajit Chakravarti, e del Milon Group che ha illustrato, attraverso l’esecuzione di canti e musiche tra i preferiti di Gandhi, la vita del Mahatma. Alla nostra associazione, rappresentata da Cristina Pancaldi, era stato riservato uno spazio informativo con due hostess in sari indiano che distribuivano il nostro materiale pubblicitario. Desidero ringraziare la Sig.ra Elisabetta Nuti per l’invito e la sensibilità dimostrata nei nostri confronti.
Il 17 aprile, sempre a Bologna presso Villa Pallavicini si è svolta “Un’insolita serata indiana”, organizzata da Nuova Alba e da  Amici Biellesi per la raccolta di fondi da destinarsi ai bambini di Nuova Alba del villaggio di Udayendiram, Tamil Nadu, e per la promozione del 5×1000 a favore della nostra associazione. Spettacolo di danza Bharata Natyam, sfilata di costumi indiani e  assaggio di piatti indiani. Oltre alla fattiva organizzazione dell’evento, eravamo presenti anche con il nostro mercatino dell’artigianato indiano.
Colgo l’occasione per ringraziare Pathrose Muthu  e i ragazzi di Nuova Alba per il loro impegno, durante l’anno, a sostegno del 5×1000  a favore della nostra associazione.

L’informatica fa miracoli e avvicina le persone lontane. Un ringraziamento speciale a Patrizia Lami e all’Ing. Marino Vitali che seguono la nostra associazione da Delhi, collaborando fattivamente con la consigliera Cristina Pancaldi,  per quel che riguarda i mercatini da lei organizzati e non solo, a dimostrazione che la lontananza non divide, ma unisce tutti quanti desiderano condividere un obiettivo comune.

Termino la mia relazione rivolgendomi a tutti coloro che con la loro stima nei nostri confronti hanno scelto di donare il 5×1000 alla nostra associazione. Con questo gesto di aiuto abbiamo potuto realizzare progetti mirati alla scolarizzazione. Desidero inoltre ringraziare tutte le persone che con le loro offerte hanno voluto essere vicine ai ragazzi/e poveri dando fiducia e credibilità all’operato della nostra associazione. GRAZIE

Tutta la documentazione del lavoro svolto la potrete vedere nell’allegata relazione finanziaria. Accenno solo le due cifre più importanti.
• Sostegni a distanza devoluti    160.045,00
• Contributi devoluti per progetti   51.500,00

Ringrazio tutto il Consiglio Direttivo per il lavoro svolto; le Signore Dal Pio Maria Pia e Ceretti Giovanna per la loro sensibilità e gestione del nostro banco di artigianato Indiano, attività il cui ricavato aiuta a sostenere le finalità dell’associazione; Max Ozino per la sua collaborazione informatica; tutte le persone che ci aiutano nello svolgimento delle nostre attività di segreteria, di traduzione e gestione di altri mercatini
Un sentito ringraziamento al Comitato Etico nella persona del suo Presidente Prof. Roberto Perinu e alla Dtt.Ornella Manocchio per la sua correttezza professionale e disponibilità in qualità Revisore dei Conti.

Il Presidente
Amelio Crotti